#

Introduzione

Come è nato questo tutorial.


Da più di 26 anni mi interesso, di informatica oggi divenuta la mia professione. Ancora da prima sono appassionato di fotografia, quella tradizionale con gli acidi e la camera oscura.

Da «Un paese 10 anni dopo»
Figura 0-1
Da «Un paese 10 anni dopo»

Nonostante l'evidente possibile sinergia ancora non intendo passare alle fotocamere digitali perchè solo i modelli eccessivamente costosi mi permetterebbero di ottenere i risultati possibili con i miei strumenti tradizionali.

Per motivi simili non ho mai voluto interessarmi alle videocamere, inizialmente a causa della scarsa qualità delle immagini, ma soprattutto per l'impossibilità di ottenere un "prodotto" finito in maniera professionale come invece mi era possibile con la fotografia.

Qualche anno fa mia moglie insistette perchè comprassi una videocamera per riprendere nostro figlio così che potessimo ricordare dei bei momenti.
Scelsi un apparecchio completo di kit per il collegamento al pc, ritirai fuori i vecchi volumi di mio padre sulla cinematografia amatoriale (certo, sono di 40 anni fa, parlano della sua cinepresa 8mm, ma i concetti sono immutati) e cominciai a riprendere.

Il logo per gli album fotografici su VideoCD.
Figura 0-2
Il logo per gli album fotografici su VideoCD.

Ovviamente non ero assolutamente soddisfatto della semplice visione del nastro che necessitava di un accurato montaggio. Fortunatamente c'era il kit di collegamento e la possibilità di lavorare il materiale con il pc.

Ma una volta montato il materiale come utilizzarlo? Avrei potuto riversarlo nuovamente sul nastro, ma sarebbe stato piuttosto scomodo rivederlo (la cassetta va riavvolta, non posso saltare dove voglio, devo per forza avere la videocamera ...) e poi non potevo fare tutte quelle belle cose che si iniziavano a vedere nei dvd: gestire l'accesso alle scene, inserire materiale extra...

Al tempo i masterizzatori di dvd erano oggetti esoterici e l'unica alternativa plausibile era realizzare dei videocd. Tentai quella strada, ma dovetti abbandonarla ben presto sia per la scarsa qualità video finale che per la pressochè totale assenza di strumenti di authoring realmente utilizzabili.

Nel frattempo il costo dei masterizzatori per dvd è precipitato e sono comparsi diversi programmi per l'authoring dei dvd-video.
Permettono di fare delle cose carine, ma in perfetto stile windows sono improntati all'interattività che nel mio caso si scontra con due grossi problemi.

Il primo è senz'altro il pochissimo tempo a disposizione, il secondo è il pc che non è certamente un campione di velocità (un pentium 3 a 1GHz).
Dovevo fare in modo che la macchina potesse lavorare autonomamente e non mi facesse domande (magari inutili conferme) ogni mezz'ora.

La copertina di un album fotografico.
Figura 0-3
La copertina di un album fotografico.

Non affronterò la parte "artistica" di montaggio che non è automatizzabile e per la quale vi rimando ai testi in bibliografia.

Ma a partire dai files avi montati e sonorizzati fino alla scrittura su dvd si può fare tutto con degli script (e qui invece viene fuori l'anima del programmatore).
Ho lavorato a queste cose per tutta l’ estate del 2005 (non è una cosa fatta per lavoro e potevo dedicargli solo qualche ora la settimana), e ho scoperto tante cose interessanti che penso utili anche per i miei lettori.

Gli strumenti utilizzati (dvdauthor, mjpeg tools, ffmpeg, imagemagick) possono girare sia in linux che in windows, io uso il secondo perchè sia i tools di acquisizione dv che il software per l'editing video che utilizzo funzionano solo in questo ambiente.
Solo alcuni script pensati per WSH andrebbero riscritti usando altre tecniche.

Nel seguito ho inserito anche altre features come la gestione del formato 16:9 e novità di quest'anno i sottotitoli (oltretutto in due lingue)

Inizio pagina
Successivo
Sommario
 
Creative Commons  License BY-NC-SA
Ove non diversamente specificato i contenuti del sito sono rilasciati con licenza Creative Commons BY-NC-SA 4.0 

Copyright © 2007-2020 The Strawberry Field - Roberto Ceccarelli